Confiscati beni per 22 milioni di euro ad imprenditore: sequestri anche a Napoli

L'operazione della Dia ha portato alla confisca di 200 mezzi, 150 immobili, 21 ettari di terreni, 6 società e 21 conti correnti

Immagini di repertorio (foto Ansa)

La Direzione Investigativa Antimafia di Roma, in esceuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale Penale di Latina - Sezione Misure di Prevenzione - sul proposta del Direttore della D.I.A., ha confiscato a Formia ed in altre località della provincia di Latina, a Frosinone, a Napoli e a Isernia, il patrimonio di un imprenditore ritenuto contiguo al clan dei Casalesi, per un valore complessivo di 22 milioni di euro.

Tra i beni oggetto della confisca, nella disponibilità dell'imprenditore e dei suoi familiari, ci sono circa 200 mezzi, 150 immobili, 21 ettari di terreni ubicati nelle province di Latina e Frosinone, 6 società e 21 conti correnti e rapporti bancari di varia natura.

Dalle indagini è emerso che l'imprenditore, ex fabbro e carrozziere, ha fatto registrare un’improvvisa ed ingiustificata espansione economica, affermandosi come imprenditore in svariati settori, come trasporto merci su strada, commercio all’ingrosso, smaltimento di rifiuti, locazione immobiliare e commercio di autovetture.

Le investigazioni della D.I.A. hanno permesso di dimostrare il nesso tra l'espansione del suo patrimonio individuale ed imprenditoriale, a fronte di redditi dichiarati al fisco nettamente inferiori alle reali capacità economiche, e le attività illecite da lui commesse nel corso degli anni, tra cui spiccano il traffico internazionale di stupefacenti e di rifiuti illeciti, nonchè l'associazione a delinquere, il riciclaggio e il traffico internazionale di autoveicoli, reati per i quali risulta anche essere stato arrestato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento