Camorra, confiscati beni per 20 milioni di euro ai fiduciari del clan Mallardo

Immobili, beni aziendali, partecipazioni societarie, veicoli e conti, tutto riconducibile a tre persone, ufficialmente imprenditori, ma di fatto "prestanome" dell'omonima famiglia

Grazie all’operazione denomita “domus aurea 2” è stato scoperto un incastro di società gestito dal clan Mallardo. L’indagine, condotta dalla Guardia di Finanza, ha portato a un sequestro di immobili, beni aziendali, partecipazioni societarie, veicoli e conti per un valore complessivo di 20 milioni di euro.

Tutto era riconducibile a tre persone, ufficialmente imprenditori, ma di fatto fiduciari e "prestanome" del clan che opera nel giuglianese e nei territori limitrofi. Le imprese riciclavano e reimpiegavano i proventi delle molteplici attività dei Mallardo. La confisca, disposta dal Tribunale di Roma - Sezione Specializzata per le Misure di Prevenzione, è arrivata dopo tre anni di sequestri eseguiti nei confronti dei 3 prestanome, proposti in seguito a complicate indagini condotte dalla polizia economico-finanziaria, avviate nel 2013 dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma e coordinate dalla DDA.

Gli investigatori delle Fiamme Gialle hanno permesso di ricostruire un vero e proprio gruppo imprenditoriale, composto da diverse società attraverso le quali i tre fiduciari del clan effettuavano ingenti investimenti nel settore delle costruzioni edilizie e in quello della distribuzione di combustibile per uso domestico, il tutto per conto dell'organizzazione camorristica per cui lavoravano. Inoltre, grazie a importanti rivelazioni dei collaboratori di giustizia, è stato svelato il cosiddetto "sistema dei mutui", utilizzato da loro per effettuare investimenti illeciti.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

Torna su
NapoliToday è in caricamento