Droga a domicilio: pusher condannato e scarcerato

Un anno di reclusione con sospensione condizionale della pena. Aveva nascosto 20 grammi di cocaina all'interno del casco

È stato condannato alla pena di un anno, con sospensione condizionale della stessa, ed è stato immediatamente scarcerato. Si è conclusa in meno di 24 ore la vicenda giudiziaria che ha coinvolto A.A., arrestato ieri pomeriggio con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e condannato oggi pomeriggio dal giudice monocratico del tribunale di Torre Annunziata. Il 41enne, difeso dal penalista Giuseppe De Luca, non aveva precedenti specifici ed ha potuto così godere di tutti i benefici di legge previsti. Così dopo meno di un giorno torna a casa dopo essere stato arrestato e trovato con addosso 20 grammi di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo aveva nascosto la droga all'interno della cucitura del casco. È stato bloccato dalla polizia di Torre Annunziata a via Gambardella, una delle principali arterie cittadine. Il suo obiettivo, secondo gli investigatori, era quello di portare la sostanza stupefacente a casa di un suo acquirente. Da diverso tempo era tenuto sotto controllo dagli agenti del commissariato di corso Umberto I che sono riusciti a stringergli le manette ai polsi dopo averlo perquisito. Il fenomeno dello spaccio a domicilio è ormai la nuova frontiera dello smercio di droga in città dopo i duri colpi subiti della piazze legate ai clan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento