Omicidio Pasquale Zito: sconto di pena in appello per il killer

Il 21enne venne ucciso da un allora 16enne che è stato condannato in secondo grado a 12 anni di carcere

Ha ottenuto uno sconto di sei anni il minorenne imputato per l'omicidio del 21enne Pasquale Zito, ucciso il 4 febbraio 2016. La Corte d'Assise d'Appello di Napoli ha condannato a 12 anni il minorenne autore del delitto abbassando ulteriormente i 18 anni inflitti in primo grado. Il delitto venne commesso lungo via Maiuri a Bagnoli. Il killer, allora 16enne, si avvicinò all'auto della vittima a bordo di uno scooter.

Esplose i primi colpi di pistola, affiancandosi al finestrino del guidatore e bloccando l'avanzare dell'auto, poi fermò lo scooter e tornò indietro per dare il colpo di grazia alla vittima. Un agguato che in un primo momento, data la modalità, fece pensare ad un'uccisione di camorra. Modalità che venne anche contestata in un primo momento come aggravante al momento dell'arresto ma rigettata dal tribunale del Riesame. Il processo ha poi dimostrato che si trattava di un omicidio per motivi personali.

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento