Inchiesta concerto al Plebiscito: "Tony Colombo incontrò Claudio de Magistris"

Secondo l'informativa presentata dai carabinieri al Tribunale del Riesame, i due si videro la mattina dello scorso 13 marzo. Lo stesso giorno al Comune arrivò la richiesta per l'autorizzazione del concerto

Claudio de Magistris, Tony Colombo (Ansa)

Novità sull'inchiesta della magistratura riguardante il concerto che il neomelodico Tony Colombo tenne lo scorso 26 marzo in piazza Plabiscito.

Secondo l'informativa presentata dai carabinieri al Tribunale del Riesame, la mattina dello scorso 13 marzo il cantante incontrò il fratello del sindaco di Napoli, Claudio de Magistris.

L'inchiesta sul concerto al Plebiscito

I due sono entrambi indagati, insieme ad altre sei persone, perché il concerto non era autorizzato in quanto tale ma come "flash mob".

L'incontro tra Colombo e Claudio de Magistris avvenne proprio il giorno in cui, all'apposito ufficio del Comune di Napoli, giunse via mail la richiesta di autorizzazione per il flash mob. Secondo gli inquirenti il fratello del sindaco avrebbe favorito l'autorizzazione dell'evento: per i militari l'incontro è il momento in cui la condotta illecita contestata agli indagati comincia a concretizzarsi.

Intanto, il Tribunale del Riesame dovrà a breve pronunciarsi sul dissequestro di smartphone e computer sequestrati agli indagati e passati al setaccio dagli inquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento