Napoli Est, scoperto un 'compro oro' abusivo: sequestrati gioielli

La gioielleria esercitava anche, abusivamente, l'attività di compro oro pur non essendo registrato nell'apposito elenco. La Guardia di Finanza ha sequestrato gioielli, monili e argenteria pronta per la fusione

(foto di repertorio)

I finanzieri del I Gruppo Napoli, al termine di un’attività info-investigativa nello specifico comparto, hanno individuato un’attività commerciale dedita al “compro oro” risultata abusiva sottoponendo a sequestro tutti i preziosi rinvenuti all’interno del locale, custoditi senza un esplicito riferimento alla tracciabilità del bene.

Specificatamente, gli operanti, analizzando le attività commerciali impegnate nel comparto d’interesse ed ubicate nella zona Est del capoluogo campano, constatavano come una gioielleria adibita anche a compro oro stesse svolgendo l’attività commerciale di acquisto di metalli ed articoli preziosi usati, in maniera totalmente abusiva in quanto era sprovvista della prescritta iscrizione al Registro dei compro oro tenuto presso l’Organismo degli Agenti e Mediatori.

Al termine del servizio, sono stati sequestrati numerosi gioielli, una decina di solitari, collane in oro, orecchini, bracciali, monili vari, nonché argenteria e merce, presumibilmente pronta per la fusione e per la successiva monetizzazione. Nel corso delle ricerche sono stati anche ritrovati, e contestualmente sequestrati, due bracciali marchiati “Cartier” contraffatti, con relative custodie.

I due responsabili, rispettivamente un dipendente ed il titolare dell’illecita attività, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria competente per esercizio abusivo dell’attività di compro oro e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento