Caos Anm: il trasporto pubblico "sta crollando" ma in commissione nessuno se ne accorge

La commissione congiunta mobilità e bilancio è rinviata a giovedì nonostante l'urgenza del caso Anm e la presenza dell'amministratore delegato Maglione. Motivo? Schermaglie tra i consiglieri che ritardano l'inizio della discussione, poi solo abbozzata

A nulla, lo diciamo subito, è servita la commissione consiliare di questa mattina, una commissione congiunta Mobilità e Bilancio, che prevedeva la presenza dell'assessore ai trasporti Calabrese, dell'amministratore delegato Anm Maglione e dell'assessore al bilancio Panini - quest'ultimo mai arrivato in commissione per aver perso l'aereo che doveva riportarlo a Napoli in mattinata. L'orario segnalato sul sito del Comune di Napoli, le 10:00, è stato primo motivo di confronto serrato tra i consiglieri Moretto e Lebro e il presidente di commissione Simeone. Dopo aver constatato l'assenza di gran parte dei componenti della commissione Bilancio, e dell'assessore di riferimento Panini, i consiglieri Lebro e Moretto hanno abbandonato la sala. Moretto in particolare ha dichiarato: "Noi non possiamo interloquire con i tecnici ma dobbiamo fare riferimento all'assessore Panini. Se non c'è è tutto inutile. Per salvare Anm ci vogliono soldi liquidi, invece intenzione del sindaco e della Giunta è dare ossigeno alla partecipata fino al 2019 e poi si vedrà. Non ci stiamo". 
"Le commissioni non funzionano bene", ha dovuto amaramente ammettere Simeone. Dopo una decina di obiezioni sull'ordine del giorno e una votazione, la commissione è stata rinviata a giovedì prossimo - prima non si poteva. A questo punto, alla superflua presenza di decine di consiglieri, l'assessore Calabrese e l'amministratore di Anm Maglione si sono confrontati per cinque minuti, ribadendo quello che sostanzialmente già si sapeva. "Vogliamo salvaguardare i posti di lavoro e migliorare l'efficienza di Anm", ha dichiarato Calabrese, che ha sottolineato: "Personalmente voglio guardare a lungo termine, non voglio trovarmi fra sei mesi a discutere di un nuovo piano di salvataggio". A questo punto, inviperito per l'affermazione di Calabrese, il presidente Simeone ha dichiarato chiusa la commissione. "Non si può dire: 'fra sei mesi non voglio trovarmi qui'. Sei mesi fa Calabrese ha firmato il piano di salvataggio, la cosa è preoccupante". 
Tutto giusto, tutto inutile. 

IMG_20171016_110735-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

Torna su
NapoliToday è in caricamento