Camorra, è morto il boss Ciro Mazzarella

Il ras del Pallonetto Santa Lucia era conosciuto da tutti con il soprannome di 'O Scellone

Pallonetto Santa Lucia

Si è spento a Posillipo, dove abitava da tempo, all'età di 78 anni, Ciro Mazzarella, il boss di Santa Lucia detto 'O Scellone.

L'ultimo saluto al boss si è tenuto nel suo quartiere di origine a Santa Lucia, dove in particolare negli anni 80 era alla guida del contrabbando di sigarette. Presenti alle esequie di Mazzarella centinaia di persone.

Ascesa e arresto

Negli anni 90 il boss aveva accumulato grandi ricchezze, ma nel 2002 fu arrestato in Spagna per essere poi scarcerato dopo poco e riarrestato nel 2009, sempre per il traffico illegale di sigarette, mentre si trovava a Santo Domingo.

Cavone

Soltanto pochi giorni fa ha perso la vita un altro storico boss della città, Ciro Lepre, detto “lo sceriffo”, nella sua casa del “cavone”. Aveva subito un'ischemia cardiaca il 28 maggio 2017 nel carcere di Nuoro in Sardegna. Successivamente era stato trasferito nell'ospedale “Molinette” di Torino fino ad ottenere gli arresti domiciliari lo scorso 2 marzo. Era detenuto per il reato di associazione mafiosa ed estorsione ai danni della società che si occupava del lavaggio della biancheria ospedaliera tra Napoli e Caserta.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Notizie SSC Napoli

    Napoli-Torino 0-0: azzurri spreconi. Continua la crisi del gol in campionato

  • Cronaca

    Funicolare di Chiaia, anziano schiaffeggia dipendente Anm

  • Cronaca

    Omicidio in pieno giorno: ucciso un 46enne

  • Incidenti stradali

    Investe una donna anziana, poi sviene: incidente shock nel napoletano

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria su Napoli: ingenti danni in città e in provincia

  • Bufera di vento a Napoli: crolla una tettoia al Vomero

  • Claudio Volpe morto a Poggioreale, il sit-in all'esterno del carcere

  • La camorra a Napoli e provincia: tutti i clan. “Comandano i giovani”

  • Maxi incendio a Casoria, colonna di fumo visibile anche a Napoli

  • Tre grandi tsunami distrussero Napoli nel Medioevo: "colpa" di Stromboli

Torna su
NapoliToday è in caricamento