"Hanno chiuso una strada per festeggiare la prima comunione di una bambina": la denuncia

L'episodio, denunciato alle autorità dai Verdi, è avvenuto in via De Pace nei pressi di piazza Mercato

Le transenne usate, foto Borrelli

Hanno chiuso al traffico via Antonietta De Pace, a pochi passi da piazza Mercato, perché dovevano festeggiare la prima comunione di una bambina.

A denunciarlo è stato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, con il consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini. "È accaduto anche oggi che alcuni cittadini si sono trovati transennata la strada e hanno dovuto deviare dal loro tragitto - hanno spiegato i due - Il tutto in spregio del codice della strada, del rispetto per gli abitanti del quartiere e dei disagi loro arrecati".

Secondo i Verdi, non si tratta del primo episodio simile in zona. "Chiudere una strada per festeggiare la prima comunione di una bambina del quartiere senza chiedere alcun tipo di permesso o autorizzazione agli uffici pubblici - spiegano Borrelli e Gaudini - sembra essere la normalità in via Antonietta De Pace, nei pressi di piazza Mercato, nonostante si tratti di una via ad intenso flusso di traffico".

Avvertita la polizia municipale, gli agenti sono arrivati sul posto con tre pattuglie liberando la strada.

   

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento