"Dammi 700 euro se rivuoi il furgone": la vittima filma gli estorsori con il telefonino

Tentano un cavallo di ritorno, ma finisce male a causa della scaltrezza della vittima del raggiro

I Carabinieri della stazione di Sant’Anastasia, dopo la denuncia sporta da un imprenditore edile, hanno dato esecuzione nei confronti di due uomini del luogo ad un’ordinanza di custodia cautelare per estorsione con il metodo del “cavallo di ritorno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto è stato accertato dalle indagini dei militari, gli arrestati sarebbero il mandante e l’esecutore dell’estorsione. Dopo aver rubato un furgone che la vittima utilizza nella sua impresa,avevano chiesto 700 per la restituzione. La vittima aveva ceduto ma aveva pagato solo la metà. Al momento del pagamento però aveva registrato un video con il cellulare mentre consegnava il denaro. Il video, insieme ai tabulati in particolare, sono stati determinanti per le indagini. Sono finiti ai domiciliari un 38enne e un 40enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento