Una casa del mandolino a Napoli: il progetto

A breve sarà progettato il progetto del crowdfunding realizzato con 'produzioni dal basso'

Un sogno chiamato 'casa del mandolino'. Lo coltivano maestri, musicisti, appassionati e cultori di tale strumento della tradizione musicale napoletana. Vorrebbero "un luogo fisico, in cui il mandolino possa esprimersi liberamente".

A breve per questo presenteranno il progetto del crowdfunding (realizzato con 'produzioni dal basso') per realizzarlo. Appuntamento il 4 dicembre alle 20.30, nella Basilica di San Giovanni Maggiore (Largo San Giovanni Maggiore - ingresso de L'Orientale): la NapoliMandolinOrchestra presenterà l'esecuzione di celebri serenate. Dalle musiche di Calace, Ricci, ai versi di Ernesto Murolo, Di Giacomo e tanti altri; il soprano Valentina Assorto e il tenore Alessandro Lualdi eseguiranno alcune tra le più note serenate della tradizione classica partenopea.

Previsti anche momenti strumentali, realizzati attraverso le suggestioni di un repertorio che, attraverso questa iniziativa, si intende trasmettere alle nuove generazioni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Amministrative 2017, si vota per i ballottaggi | LA DIRETTA

    • Cultura

      Nino D'Angelo 6.0, al San Paolo è un trionfo

    • Cronaca

      L'Onda Pride travolge Napoli: "Giù i muri del pregiudizio e dell'omofobia"

    • Cronaca

      Chalet Ciro a Mergellina, la protesta dei camerieri: "Senza tavolini ci licenziano"

    I più letti della settimana

    • Sesso in pubblico, nuovo scandalo dopo quello di piazza San Domenico

    • Ciro a Mergellina, dal Comune stop a tavolini e ombrelloni

    • Ucciso e seppellito in un terreno, arrestate tre persone per l'omicidio di Vincenzo Amendola

    • Dramma in via Napoli: trovato il cadavere di una donna incinta all'ottavo mese

    • Sesso orale in Piazza San Domenico, fermata la protagonista del video

    • Rosa, quando il 28enne pakistano disse alla madre: "Un giorno mi prenderò tua figlia"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento