Bruciata viva dal compagno: "Diceva che avrei provato la sua stessa sofferenza"

Carla Caiazzo, intervistata dal Mattino, ha ripercorso quel tragico primo febbraio in cui l'ex fidanzato la diede alle fiamme

Carla Caiazzo

"Mi diceva: ti farò provare tutte le sofferenze che sto provando io". In una toccante intervista rilasciata al Mattino, la 38enne Carla Caiazzo, data alle fiamme dal suo compagno Paolo Pietropaolo il 1 febbraio scorso, ripercorre i tragici momenti che le hanno cambiato la vita.
A poche ore dal ritorno a casa, la donna è tornata al Cardarelli per delle complicazioni relative alle medicazioni che porta.

"Cercavo di farlo ragionare – racconta Carla nel ripercorrere quel giorno terribile – gli spiegavo che era importante per il futuro di nostra figlia. Dobbiamo continuare a frequentarci per tutta la vita per farla crescere bene, ripetevo, quindi cerchiamo di andare d’accordo".

L'uomo però non accettava che lei lo avesse lasciato. “Mi diceva: ti farò provare tutte le sofferenze che sto provando io", spiega Carla. "Forse ho sottovalutato la situazione, non ho colto segnali d’allarme che avrei dovuto cogliere". A casa, ad aspettarla, c'è la piccola Giulia Pia, miracolosamente sopravvissuta alle fiamme: era ancora nel grembo della madre, quel giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento