Incendiata dal compagno mentre era incinta: Carla torna a respirare da sola

Sulle condizioni di salute della donna vige uno stretto riserbo, ma secondo quanto trapela, ci dovrebbero essere miglioramenti

Reparto grandi ustionati (Foto N.Clemente)

Buone notizie per Carla Caiazzo, la donna residente a Pozzuoli, ricoverata al Cardarelli nel centro ustionati, che dopo essere stata data alle fiamme dal compagno 40enne, sarebbe tornata a respirare da sola.

Sulle condizioni della donna vige uno stretto riserbo, ma secondo quanto trapela, ci dovrebbero essere miglioramenti. Carla, nonostante tali lievi miglioramenti, è ancora considerata in condizioni gravi.

LA FIGLIA - Giulia Pia, la figlia di Carla, nata prematura, si trova ancora nel reparto di Terapia intensiva neonatale, ma le sue condizioni sono buone. Per lei dovrebbe arrivare l'affido, probabilmente ai nonni materni, in attesa, come si augurano tutti, che la madre possa riprendersi e tornare a casa.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      L'ingegnere ucciso a Chiaia, l'autopsia: "Raggiunto da almeno 30 coltellate"

    • Cronaca

      "Se non sei in grado di fare una rapina, non sei uomo": arrestato 'Lucignolo'

    • Cronaca

      Pesce sequestrato a Napoli: oltre 300 chili tra lupini, vongole e telline

    • Cronaca

      Agente di polizia si spara al pronto soccorso: è gravissimo

    I più letti della settimana

    • È morto Don Antonio Polese: addio a Il Boss delle Cerimonie

    • Funerali Antonio Polese, l'addio al Boss delle Cerimonie

    • "Antonio Polese non era un cavaliere di Malta"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento