Sanità e sprechi: il Cardarelli è l'ospedale che spende di più in Italia

I numeri, che emergono da un'inchiesta del Corriere della Sera sui dati elaborati dalla Bicocca di Milano, riguardano il costo per le pulizie a posto letto: 17.583 euro contro una media nazionale di 7.597

Cardarelli

I costi per la pulizia del Cardarelli sono al centro del dibattito dopo un'inchiesta del Corriere della Sera: l'ospedale partenopeo spende al riguardo 17mila 583 euro per posto letto, contro una media nazionale di 7mila 597 euro. Una differenza enorme, quella che emerge dall'elaborazione degli ultimi dati disponibili del ministero della Salute, pubblicati online.

La fotografia non riguarda solo la pulizia ma ogni tipo di costo, e potrebbe mettere in luce eventuali sprechi ed inefficienze della sanità nazionale. Mentre il servizio a disposizione dei pazienti è grossomodo il medesimo in tutto il Paese, le spese appaiono in alcuni casi – quello dell'ospedale partenopeo su tutti – inspiegabili: un campo d'indagine importante se si considera che il governo è a caccia, soprattutto nel comparto sanità, di 20 miliardi da tagliare per la prossima manovra.

Ad analizzare i numeri, in realtà ancora da verificare, è stato il Centro studi sanità pubblica dell’Università Bicocca di Milano. Ma non si giunga subito a conclusioni affrettate: anche il mito che in fatto di spesa il Nord sia più parsimonioso che il Sud crolla. Ad Udine un posto letto costa più che a Messina, ed addirittura alcune differenze macroscopiche sono all'interno della stessa regione, come in Sardegna. Costi diversissimi, che riguardano il personale, ma anche le spese telefoniche o – come è il caso del Cardarelli – quelle relative alla pulizia.

“Chissà se nei calcoli delle pulizie su posto letto hanno calcolato anche i ricoverati sulle barelle nei corridoi – hanno commentato ironicamente alla Radiazza di Radio Marte i conduttori Gianni Simioli e Francesco Borrelli dei Verdi – Sembra uno scherzo. I campani oltre a essere ricoverati in strutture fatiscenti adesso scoprono addirittura che si spendono cifre record per una pulizia che nessuno ha mai visto”.

“Ancora una volta emerge una gestione discutibile di come vengono utilizzate le risorse della sanità campana – aggiungono – Caldoro dice di aver messo a posto i conti ma a quanto pare non quelli dei costi di pulizia sono esclusi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento