Cardarelli, sciopero degli addetti alla lavanderia: attività riprese regolarmente

La nota della direzione del Cardarelli

All'ospedale Cardarelli è scattata stamattina la “sospensione di ogni forma di attività”. I vertici hanno deciso di fronteggiare così la carenza di biancheria, questa dovuta allo sciopero dei lavoratori della ditta di lavanderia terminato stamane.

I lavoratori dell'American Laundry di Melito avevano bloccato le forniture per una vertenza sindacale. Lo sciopero è stato poi interrotto stamattina, con l'azienda che si era intanto assicurata anche l'appoggio di ditte esterne a cui rivolgersi in caso di nuovo stop. A sbloccare la situazione è stata la Regione Campania, che ha convocato un tavolo sulla vicenda.

I dipendenti, circa 170, sono preoccupati per il passaggio dell'appalto degli ospedali dell'Asl Napoli 1 dall'American Laundry – colpita da interdittiva antimafia e commissariata – alla Hospital Service. Passaggio che potrebbe non comportare il subentro automatico dei dipendenti.

Intanto l'Asl attraverso il commissario Ciro Verdoliva ha fatto sapere di aver "autorizzato l'American Laundry a far svolgere il servizio di lavanderia delle lenzuola e dei camici degli ospedali a un'altra ditta”.

AGGIORNAMENTI

La direzione del Cardarelli rende noto che lo sciopero messo in atto dall’American Laundry non ha prodotto il blocco delle attività ospedaliere, bensì solo la temporanea rimodulazione di quelle attività programmate e differibili. "La società esterna, in ogni caso, ha assicurato una prima fornitura già nella serata di ieri e ulteriori consegne nella giornata di oggi. Tutte le attività sono state già ripristinate secondo la normale routine dell’Azienda ospedaliera. Nell’interesse di pazienti e cittadini si diffida chiunque dal divulgare notizie inesatte e procurare ingiustificato allarme".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIMINALE

"Per risolvere rapidamente l’emergenza interviene il Viminale, grazie al materiale disponibile nel centro assistenza di pronto intervento (CAPI) del ministero dell’Interno a Capua. Matteo Salvini ha già dato il via libera all’operazione: nel pomeriggio il materiale verrà consegnato all’ospedale. Si tratta di 2.500 completi letto più 500 lenzuola monouso", scrive il Viminale in una nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lutto a Napoli: muore noto avvocato 57enne

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

Torna su
NapoliToday è in caricamento