Cardarelli, medico e infermiera presi a calci e a pugni: "Ci vuole l'esercito"

Scotti, presidente dell'Ordine dei medici di Napoli, si esprime duramente contro gli aggressori: "E' solo l'ennesimo episodio di una violenza che si riversa sui colleghi"

Cardarelli

"Presto sarà necessario richiedere l'intervento dell'esercito. Ho saputo che nella notte un uomo con problemi psichiatrici ha assalito a pugni e calci il personale in servizio. È solo l'ennesimo episodio di una violenza che quotidianamente si riversa sui colleghi che cercano di prestare assistenza nel difficile contesto cittadino", ha spiegato al Mattino, Silvestro Scotti, presidente dell'Ordine dei medici di Napoli e provincia.

L'aggressione di cui parla il presidente è avvenuta ai danni di un medico e di una infermiera e pone una volta in più se ce ne fosse ancora bisogno, il problema della sicurezza negli ospedali campani e in particolare al Cardarelli, dove negli ultimi mesi si stanno verificando episodi di violenza sistematici, ai danni del personale sanitario e dei vigilantes.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

  • Il virologo su RaiTre: "Vi spiego perché il Covid ha 'perdonato' i festeggiamenti per la Coppa Italia a Napoli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento