Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Capitano Ultimo a Scampia: "Ho sempre combattuto per i ragazzi"

 

Il grande pubblico lo ha conosciuto grazie alle fiction televisive. Ma il capitano Ultimo, al secolo Sergio De Caprio, colonnello dei carabinieri, è molto di più di un eroe del piccolo schermo. E' colui che materialmente ha messo le manette ai polsi di Totò Riina. Oggi non opera più in reparti operativi, ma incontra studenti delle scuole per trasmettere loro i valori dello stato e della legalità. 

Stamattina, Ultimo ha parlato ai ragazzi dell'Istituto comprensivo Virgilio di Scampia. "A questi ragazzi dico che sono il motivo per cui io e i miei carabinieri abbiamo combattuto tanti anni. Loro sono il futuro, sono la nostra speranza. Non bisogna mai abituarsi alla criminalità, bisogna difendere le nostre cose e i nostri spazi, bisogna chiedere spiegazioni a chi ha la responsabilità di garantire la sicurezza. E chi è deputato a farlo e non ci riesce deve andare via". 

A chi gli chiede come mai non sia più in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata, il colonnello De Caprio non nasconde l'amarezza: "Evidentemente qualcuno non ritiene che la mia professionalità possa servire alla causa. Non importa, metterò le mie energie nel sindacato e difenderò i valori in cui credo in questo modo".   

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento