Cantone: "Amministrative al Sud, la legge elettorale è un regalo alle mafie"

Il presidente dell'autorità anticorruzione ha espresso il suo parere all'interno di un convegno dell'Ance. "La mafia mette in campo quei pochi voti determinanti per la vittoria finale"

Raffaele Cantone

"Al Sud è stato un grande regalo alle mafie": è quanto l'ex pm antimafia e presidente dell'autorità anticorruzione Raffaele Cantone pensa della legge elettorale dei Comuni, l'attuale sistema con cui si sceglono i primi cittadini d'Italia ed i consigli comunali.

Cantone ha espresso il suo parere in un convegno dell'Ance, a Napoli. Dopo aver scardinato "il sistema dei partiti – ha proseguito – si è consentito che ogni singolo consigliere fosse espressione spesso di lobby, a volte legittime".

"Quando per vincere devi mettere insieme tutto il mondo, il possibile e l'impossibile, anche dieci voti sono fondamentali", è andato avanti l'ex pm, questo laddove la mafia è pronta a sfruttare "l'utilità marginale", ovvero "mettere in campo quei pochi voti che sono determinati per la vittoria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Ex calciatori italiani a rischio povertà, l'ex Napoli Stendardo lancia l'allarme

  • Nuova allerta meteo gialla su Napoli e provincia per 24 ore

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento