Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Piazza Garibaldi, lavori in ritardo e il cantiere diventa discarica

L'agorà e il bosco urbano dovevano essere consegnati entro la fine di giugno, per l'inizio delle Universiadi. Oltre alla lentezza delle operazioni, all'interno della recinzione vengono depositati rifiuti di ogni tipo: bottiglie, plastica, immondizia domestica

 

Doveva rappresentare uno dei fiori all'occhiello di Napoli per la vetrina delle Universiadi, invece i lavori in piazza Garibaldi sembrano ancora in alto mare. Oltre alle operazioni in ritardo, c'è da segnalare che il cantiere è diventato sito spontaneo per il deposito di rifiuti di ogni tipo: bottiglie, cartoni, plastica, buste con rifiuti domestici. A ogni angolo del recinto si possono notare cumuli di immondizia. Come se non bastasse, dei 130 alberi previsti dal progetto se ne contato circa la metà, mentre risulta assente la vegetazione di raso. 

L'area dovrebbe ospitare l'agorà pubblica e il bosco urbano e sarebbe già dovuta essere al centro degli eventi cittadini. Almeno così era stato annunciato agli inizi di maggio dal sindaco Luigi de Magistris, il quale assicurò che la fine dei lavori sarebbe avvenuta entro la fine di giugno. Non rispettata questa prima scadenza, l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Napoli, Mario Calabrese, aveva assicurato che per l'inizio delle Universiadi sarebbe stato consegnato il bosco, mentre per l'agorà si sarebbe dovuta attendere la fine della manifestazione. L'evento sportivo è terminato da tre settimane e, al momento, di consegne ancora non se ne parla. 

Fonti interne a Palazzo San Giacomo fanno sapere che a rallentare i lavori sarebbe stata una scelta dell'azienda che li sta eseguendo. Una decisione, probabilmente, da collegare alla difficoltà di garantire, durante il periodo estivo, la sorveglianza di un'area vasta in un territorio, quello a ridosso della stazione, teatro già di diverse tensioni sociali. Dal Comune, comunque, fanno sapere che la nuova data di consegna è all'inizio di settembre. Nella speranza che, nel frattempo, il cantiere non sia diventato una discarica. 

Potrebbe Interessarti

  • Tina Colombo mostra il suo yacht ai fan: "Eccovi accontentati"

  • Stanato dopo 30 ore barricato in casa: il blitz dei carabinieri

  • "Agostino 'o pazzo", il motociclista acrobatico che mise in scacco la polizia napoletana

  • Droga nascosta nella finestra: arrestato pusher

Torna su
NapoliToday è in caricamento