Campania Pride 2011, a Napoli sfilata di carri contro l'omofobia

Gli organizzatori in vista dell'evento del 25 giugno: "L'orgoglio dell'uguaglianza di fronte allo Stato di tutti i cittadini, a prescindere da qualsiasi condizione personale". Vladimir Luxuria sarà la madrina

Il 25 giugno Napoli si vestirà di tutti i colori del Campania Pride 2011, parata di carri in festa che sfileranno per la città. Appuntamento nel cuore del centro storico per poi dirigersi lungo via Caracciolo e via Partenope. La meta è la Rotonda Diaz per una grande festa sulla spiaggia con tammurriate e mazurke.

Un momento di aggregazione e sensibilizzazione contro l’omofobia e la discriminazione, in favore dell’uguaglianza sociale e del rispetto di quei diritti inalienabili per qualsiasi individuo, motivazione specificata sullo stesso manifesto del Pride “diffondere il verbo dell'orgoglio, dei diritti e dei doveri, ma soprattutto dell'uguaglianza di fronte allo Stato di tutti i cittadini, a prescindere da qualsiasi condizione personale”.

Il comitato promotore dell’evento è formato dall'insieme delle Associazioni che ha ritenuto di dover convocare l'assemblea costituente del Coordinamento Campania Pride - Napoli 2011 del 25 Giugno ed è composto da iKen Onlus, Link Sindacato Universitario e Unione degli Studenti, ma molti anche i partiti e le sigle sindacali (come la CGIL) che hanno partecipato al coordinamento della manifestazione.

Lo spot ufficiale del Campania Pride 2011, dal titolo “Sposami!” è stato realizzato da Giuseppe Bucci ed è stato presentato in anteprima lunedì 13 presso il Centro Polifunzionale InCampus. Il video è già diffusissimo sul web (lo si può trovare al sito http://www.napolipride.com dove a breve sarà inserito anche l’intero percorso della parata) e si pone come obiettivo principale quello di spronare la gente alla mobilitazione e alla costruzione di eventi in difesa dei diritti di gay, transgender, lesbiche e intersessuali.

Il Logo della manifestazione è invece una tazzina di caffè, che ha molte chiavi di lettura. “Tra quelle che ci piace ricordare – spiegano gli organizzatori - il caffè come pausa e socializzazione, come cultura della riflessione e del piacere, come riflessione sul mercato equo e solidale, come simbolo asessuato e rappresentativo della cultura campana. Il Caffè come Luogo sociale e solidale, perché quello “sospeso” rappresenta la chiave solidale dell’attenzione al più debole ed in difficoltà”.

E nella lettera di adesione al Pride, che avrà come madrina Vladimir Luxuria, si può leggere: “ Il 28 Giugno è la ricorrenza mondiale dell’orgoglio Gay, Lesbica, Trans, Queer, Interesessuali, tutto il mondo scende in piazza il fine settimana del 25 giugno. La Campania insieme a Milano e Rimini saranno in piazza insieme a tre quarti di mondo. È nostro compito organizzare il Pride, non ci risultavano manifestazioni in programmazione, non abbiamo anteposto o posto in contrapposizione, abbiamo solo colmato un vuoto sulla spinta che fosse cosa giusta. Questo pride ha come portavoce ciascuno e ciascuna che abbia una militanza vecchia e nuova che racconti la lotta per la liberazione delle persone LGBTQI o testimoni la solidarietà alla nostra lotta. Questo Pride parla di diritti fondamentali come lo sono l’acqua pubblica e il diritto ad un ambiente denuclearizzato. Questo Pride da spazio alla Campania e non si riduce al Capoluogo di Regione che è sintesi politica del nostro territorio. Questo Pride è Antifascista perché Costituzionalmente Unitario. Questo Pride è Antimafioso e Anticamorrista, perché rifiuta la logica dell’appartenenza ai clan ed al sopruso, all’illegalità alla sopraffazione verso i più deboli. Questo Pride è Libertà di essere sempre e comunque Se Stess* senza mai rischiare la propria incolumità e vita, mai abbandonando la propria felicità di individuo, di coppia o di aggregato sociale”.

CAMPANIA PRIDE 2011: IL PERCORSO DELLA PARATA


CAMPANIA PRIDE 2011: TRAFFICO, VIABILITA' E TRASPORTI

INTERVISTA A VLADIMIR LUXURIA, LA MADRINA DEL CAMPANIA PRIDE 2011

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • "I love Ztl", pagina social per il "Lungomare Liberato" di Castellammare

I più letti della settimana

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Ischia, sessantenne del Rione Sanità spende 50 euro falsi: denunciato

Torna su
NapoliToday è in caricamento