Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Seconda faida di Scampia, 27 gli omicidi nella guerra tra i clan per le piazze di spaccio /VIDEO

 

Otto persone sono state arrestate con l'accusa di aver commesso una serie di reati aggravati da finalità mafiose che vanno da omicidi a lesioni personali aggravate e alla detenzione e porto illegale di armi e munizioni e bombe a mano. Ad eseguirle i carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia Vomero.

Le indagini hanno fatto luce sulla faida di camorra scoppiata nel 2012 tra i clan della "Vanella Grassi" e quello degli "Abete Abbinante Notturno", che si contendevano la gestione delle ''piazze di spaccio'' di Scampia. La faida entrò nel vivo per il predominio sul lotto G, all'epoca controllato dal clan della ''Vanella Grassi'', innescando una faida che portò a 27 omicidi. Sono stati individuati i mandanti e gli autori degli omicidi di Rosario Tripicchio, avvenuto il 5 gennaio 2012 a Giugliano e di Roberto Ursillo, parente e affiliato ad Antonio Bastone, ucciso a Chiaiano il 17 settembre 2012.

SECONDA FAIDA DI SCAMPIA: 8 ARRESTI

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento