Calcio al clochard, la scoperta: "Sui social una pagina di video in cui è preso di mira"

La denuncia è del consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli che a proposito dell'episodio di via Epomeo aggiunge: "Speriamo sarà possibile risalire all’aggressore e che sia punito in maniera esemplare"

Proseguono le polemiche a proposito della violenta aggressione, testimoniata da un video diventato virale sui social, ad un clochard da parte di un ragazzino su via Epomeo a Soccavo.

Il filmato è quello in cui il ragazzo lo rincorre da dietro per poi sferrargli un calcio che lo manda disteso sul marciapiede. A quanto pare, non si tratta di un caso isolato. "Dei cialtroni – spiegano i Verdi – avevano creato una pagina su cui postavano i video in cui lo infastidivano".

La denuncia: "Clochard colpito da un vigliacco"

"L’episodio del clochard aggredito in maniera gratuita con un calcio alle spalle in via Epomeo è un caso di allucinante inciviltà – spiega infatti il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – e in seguito alla nostra denuncia ci è giunta la segnalazione della presenza di una pagina Facebook in cui si prende di mira la vittima della violenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO - Calcio al clochard, la violenza diventa virale

"Spesso si avvicinavano al clochard, infastidendolo, mentre lo riprendevano con lo smartphone. La violenza fisica e psicologica che questa persona è stata costretta a subire è inaccettabile. Stiamo parlando di un individuo che non arreca fastidio a nessuno – conclude Borrelli – Abbiamo provveduto a sporgere denuncia alla Procura della Repubblica, speriamo sarà possibile risalire all’aggressore che merita di essere punito in maniera esemplare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento