Incendio auto: il cadavere carbonizzato era nascosto nel portabagagli

E’ stata rinvenuta anche una pistola 765, con una matricola che al momento risulta illeggibile, all’interno dell’auto incendiata

Via Ripuaria a Licola

E’ stata rinvenuta anche una pistola 765, con una matricola che al momento risulta illeggibile, all’interno dell’auto che ha preso fuoco nella tarda serata di ieri a Giugliano, nella quale ha perso la vita un uomo rimasto carbonizzato.

La vittima è stata ritrovata all’interno del portabagagli spiegano gli inquirenti, ma non è stata ancora identificata. L’automobile era parcheggiata nei pressi di un bar in via Ripuaria a Licola e si ipotizza che l’uomo sia stato anche sparato prima di essere arso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento