Orrore a Casandrino: un altro cadavere carbonizzato in un'auto in fiamme

L'incendio della vettura in via Lavinaio. Secondo le prime notizie, la macchina sarebbe intestata a un pregiudicato. Il quinto caso da metà febbraio: la strage continua

Ancora un cadavere e ancora un'auto carbonizzata. A Casandrino, in via Lavinaio, è stato segnalato l'incendio di una vettura. Secondo le prime notizie, la macchina sarebbe intestata a un pregiudicato.

Si tratta del quinto caso, da metà febbraio, di un'auto data alle fiamme con all'interno il corpo di una persona. L'ultimo era stato ritrovato nel bagagliaio di una vettura a Grumo Nevano. Sul posto i carabinieri della compagnia di Casoria e del nucleo investigativo di Castello di Cisterna.

GLI AGGIORNAMENTI - La vittima potrebbe essere il fratello di un pregiudicato residente nel rione Salicelle di Afragola. Bisognerà attendere comunque l'esito dell'esame del dna. La pista investigativa privilegiata è quella del riassetto di equilibri tra clan dell'area Nord, dai Moccia ai Cennamo, del controllo delle piazze di spaccio, dopo la pressione delle forze dell'ordine su quelle di Scampia e Secondigliano.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tragedia a Scampia, neonato di quattro mesi trovato morto nella culla

    • Cronaca

      Tragedia sulla statale, morto un 28enne. Gravi tre suoi familiari

    • Cultura

      Enzo Avitabile vince il David di Donatello 2017

    • Politica

      De Magistris: "Potrei candidarmi alla guida del Paese"

    I più letti della settimana

    • Tragico incidente nel napoletano, coinvolta un'intera famiglia: un morto e tre feriti gravi

    • Paura al Vomero, in fiamme Napoli Centrale

    • Terribile schianto sull'autostrada, muore 45enne di San Giuseppe Vesuviano

    • Scomparsa Luigi Celentano, finto avvistamento a Castellammare

    • Infarto in scena per l'attore napoletano Massimo Lopez

    • Morte Luca Mancini, intervista alla moglie: "Il dolore più grande è di non poter essere genitori assieme"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento