Bus nella scarpata, tre anni dopo la tragedia di Monteforte Irpino

Avvenuto il 28 luglio del 2013, quello del viadotto di Acqualonga è il più grave incidente stradale nella storia d'Italia: morirono 40 persone. Una video in 3d ripropone i drammatici istanti dell'incidente

La tragedia

Sono passati tre anni dalla più grave tragedia stradale della storia d'Italia. Era il 28 luglio del 2013 quando un bus di pellegrini di ritorno a Napoli precipitò dal viadotto Acqualonga, lungo l'A16 Napoli-Canosa.

Fu una strage: delle 48 persone a bordo ne morirono 40, conducente compreso. La polizia stradale, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, ha prodotto una ricostruzione video 3d di quei drammatici momenti. Un filmato, proiettato durante una delle udienze celebrate davanti al Gup avellinese Giovanfrancesco Fiore, utile nell'ambito del dibattimento a proposito del rinvio a giudizio degli indagati, in tutto 15.

VIDEO DELL'INCIDENTE DI MONTEFORTE IRPINO

Il processo inizierà il prossimo 24 settembre. Stasera, alle 18.30 a Pozzuoli, si terrà una messa per ricordare le vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Casatiello napoletano: la ricetta di Enrico Porzio

  • Il lockdown di Valentina Nappi: "Senza mutande a casa col mio ragazzo e un pitone"

Torna su
NapoliToday è in caricamento