Brumotti di Striscia aggredito nel Parco Verde: il video completo

Verso le 15.00, l’inviato e i suoi collaboratori si erano recati al Parco Verde per documentare lo spaccio di droga che da qualche mese ha in parte abbandonato l’area di Scampia per trasferirsi in questa zona del Comune a nord di Napoli

Come anticipato giovedì scorso, l'inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti era stato aggredito insieme alla sua troupe al Parco Verde di Caivano. Il servizio completo sulle violenze è andato del tutto in onda. Sei minuti in cui succede effettivamente di tutto.

Qui il video complesto del servizio

Verso le 15.00, l’inviato e i suoi collaboratori si erano recati al Parco Verde per documentare lo spaccio di droga che da qualche mese ha in parte abbandonato l’area di Scampia per trasferirsi in questa zona del Comune a nord di Napoli.

Brumotti e la sua squadra non hanno nemmeno fatto in tempo a scendere dall’auto blindata, che sono stati circondati da 7-8 persone (tra cui un bambino) incappucciate, che hanno cercato di aprire le portiere, minacciandoli di morte. Falliti i tentativi di aprire l’auto, i delinquenti hanno impugnato bastoni e una sedia con cui hanno sfasciato la carrozzeria e cercato di rompere i vetri, che per fortuna hanno resistito. Solo l’intervento dei Carabinieri ha interrotto la furia di violenza, ma i militari non sono riusciti a fermare nessuno degli aggressori. Intanto dalle finestre dei palazzi intorno continuavano ad arrivare insulti e minacce di morte nei confronti dell’inviato del tg satirico e dei suoi collaboratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Caivano, Parco Verde. Sono stato nel cuore della camorra - ha scritto poi sui social Brumotti - La reazione è stata violenta. Per fortuna avevamo l’auto blindata, abbiamo documentato lo spaccio e il metodo utilizzato dall’ organizzazione! Qui non si tratta più di spaccini ma di un business gestito da associazioni mafiose! Spero capiate il mio gesto! W @striscialanotizia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Maresciallo dei carabinieri si suicida in caserma: "Mi scuso con mia moglie e con l'Arma"

Torna su
NapoliToday è in caricamento