Scoperto a incendiare rifiuti: 23enne clandestino in manette

Un giovane, originario del Mali, è stato trovato a bruciare pneumatici, complementi d'arredo e altri rifiuti a Melito

Lo hanno trovato a bruciare di tutto. Da pezzi di plastica a oggetti d'arredo passando per scaldabagni e pneumatici. Protagonista un 23enne originario del Mali arrestato dai carabinieri a Melito. I militari l'hanno sorpreso mentre stava buttando dei vestiti vecchi su un mucchio di rifiuti già dato alle fiamme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto 

I carabinieri l'hanno bloccato immediatamente e controllato. Così hanno scoperto che si trattava di un migrante irregolare sul territorio nazionale e già noto alle forze dell'ordine per reato contro la persona e il patrimonio. L'incendio è stato appiccato in un'area privata abbandonata. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco per spegnere l'incendio. Il giovane è stato portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Maresciallo dei carabinieri si suicida in caserma: "Mi scuso con mia moglie e con l'Arma"

Torna su
NapoliToday è in caricamento