Via Vecchia Miano, sequestrati tre box abusivi

All'interno dei box sequestrati erano tenuti in pessime condizioni quattro cani

Ritrovati quattro cani all'interno di tre box abusivi di via Comunale Vecchia Miano.Erano già state fatte delle denuncie che riguardano la realizzazione abusiva dei box, dunque è stato predisposto, dalla polizia municipale, con l'ausilio dell'Asl Napoli 1, un sopralluogo che ha consentito il ritrovamento dei quattro animali, tenuti in condizioni igienico-sanitarie precarie e in stato di stress e sofferenza dovuta alla detenzione forzata in box angusti.

Inoltre sia i box che l'area limitrofa erano in pessime condizioni igienico-sanitarie e dotate di impianto elettrico di dubbia provenienza e non a norma di legge per il quale si provvederà a valutarne efficienza e regolarità con personale dell'Enel.

Nonostante i cani abbiano un proprietario, la municipale ha predisposto anche il sequestro degli animali e l'affidamento, su direttiva del personale sanitario, al canile convenzionato.

I box, invece,sono stati affidati in custodia giudiziaria ad una dei proprietari, deferita all'Autorità Giudiziaria per il maltrattamento dei cani e per l'area utilizzata come discarica abusiva di rifiuti.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

Torna su
NapoliToday è in caricamento