Botti illegali venduti sui social: l'acquirente veniva da Foggia

Sequestro di 50 chili di fuochi illegali stipati all'interno della vettura di un 31enne

Gli agenti della Polizia Municipale di Napoli appartenenti alla Unità Operativa Tutela Ambientale hanno effettuato due sequestri di fuochi pirotecnici pericolosi. Nel caso del primo sequestro di 50 kg di fuochi d’artificio, gli agenti hanno appreso su un social della vendita, hanno seguito e poi intercettato e fermato in via Caldieri, un 31enne residente a Foggia, alla guida della sua autovettura colma di fuochi illegali; l’uomo che aveva fatto l’acquisto in zona Pianura e si stava dirigendo di nuovo in Puglia è stato denunciato per trasporto illecito di materiali esplodenti, perché sprovvisto di licenza ed il veicolo è stato sequestrato.

Il secondo sequestro di circa 700 kg di fuochi pirotecnici è stato effettuato all’interno di un seminterrato di un edificio in zona Ponticelli. Nel deposito vi erano decine di scatole con esplodenti tipo batterie e petardi.Il responsabile, un 30enne napoletano, è stato deferito all Autorita Giudiziaria per detenzione e vendita abusiva di fuochi illegali. I prodotti sottoposti a sequestro saranno trasferiti agli artificieri per la distruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento