Botti illegali: sequestrati centinaia di migliaia di pezzi

La nuova tecnica per la vendita era nasconderli in macchina e poi darli ai clienti su ordinazione

l

Botti illegali nascosti nelle auto, prelevati e consegnati solo su ordinazione. Un escamotage che non ha ingannato i finanzieri del gruppo pronto impiego di Napoli che hanno sequestrato 429.715 pezzi e arrestato tre persone. Nel corso dell'attività, infatti, sono state individuate due attività commerciali che proponevano per la vendita materiale pirotecnico illegale.

Per sfuggire ai controlli gli ordigni erano nascosti all'interno di autovetture parcheggiate nelle immediate adiacenze degli esercizi commerciali adibiti alla vendita di articoli pirotecnici. Tra i pezzi sequestrati anche 3.200 manufatti artigianali del tipo petardo, non convenzionali, denominati "cobra, cipolle e trac" e aventi le caratteristiche di vere e proprie bombe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento