Botti illegali: sequestrati centinaia di migliaia di pezzi

La nuova tecnica per la vendita era nasconderli in macchina e poi darli ai clienti su ordinazione

l

Botti illegali nascosti nelle auto, prelevati e consegnati solo su ordinazione. Un escamotage che non ha ingannato i finanzieri del gruppo pronto impiego di Napoli che hanno sequestrato 429.715 pezzi e arrestato tre persone. Nel corso dell'attività, infatti, sono state individuate due attività commerciali che proponevano per la vendita materiale pirotecnico illegale.

Per sfuggire ai controlli gli ordigni erano nascosti all'interno di autovetture parcheggiate nelle immediate adiacenze degli esercizi commerciali adibiti alla vendita di articoli pirotecnici. Tra i pezzi sequestrati anche 3.200 manufatti artigianali del tipo petardo, non convenzionali, denominati "cobra, cipolle e trac" e aventi le caratteristiche di vere e proprie bombe.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

  • Ischia, sessantenne del Rione Sanità spende 50 euro falsi: denunciato

Torna su
NapoliToday è in caricamento