Stazione Centrale, uno blocca il turista e l'altro gli sfila il portafoglio: arrestati

Una coppia di borseggiatori napoletani - uno dei due residenti a Pisa - è stata arrestata in Stazione Centrale da personale Polfer. Hanno puntato un turista con 6 carte di credito in tasca e gli hanno impedito l'ingresso in treno

Un sessantenne napoletano, P.M. ed un quarantanovenne nato a Napoli ma residente in provincia di Pisa, M.S., in concorso, sono stati arrestati nella serata di sabato per furto aggravato perpetrato ai danni di un turista argentino. Personale del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania impegnato nella specifica attività di prevenzione dei reati, notava all'interno della stazione di Piazza Garibaldi, la presenza di due individui, già noti alle forze di polizia per analoghi reati.

Il loro atteggiamento circospetto ed il loro modo di scrutare insistentemente i viaggiatori, insospettiva il personale che, a debita distanza, iniziava a tenerli sotto osservazione.

All'atto dell'arrivo di un treno, uno dei pregiudicati si posizionava in modo da ostacolare la salita di un viaggiatore mentre il complice, approfittando del trambusto, con destrezza gli sottraeva il portafogli dalla tasca dei pantaloni.

I due, compiuto il misfatto, tentavano di allontanarsi ma venivano immediatamente bloccati dagli operatori, mentre il treno, con a bordo il viaggiatore derubato, riprendeva la sua corsa.

All'atto del fermo, M.S. riconsegnava immediatamente il portafogli agli agenti e, dal contenuto, si riusciva a rintracciare la vittima che, nel frattempo si era recata a Pompei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allo stesso veniva riconsegnato il portafogli contenente 6 carte di credito, la patente di guida e la carta d'identità. Gli arrestati, giudicati per direttissima nella mattinata odierna, sono stati condannati alla pena di mesi 10 di reclusione con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento