Rifiuti al Rione Traiano, Francesco Emilio Borrelli aggredito in diretta radio

E' accaduto tra Soccavo e Pianura

Il Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, durante un sopralluogo contro lo sversamento illegali dei rifiuti tra Soccavo e Pianura, ha notato alcuni individui intenti a sversare in maniera abusiva ed impropria dei rifiuti speciali, contenuti in sacchi neri.

Borrelli è stato avvicinato dagli stessi sversatori abusivi a bordo di una vettura mentre fotografava un secondo scarico abusivo che veniva effettuato da un'ape. I due lo hanno prima affiancato tentando di farlo cadere dallo scooter e poi l'hanno inseguito fino al termine di viale Traiano.

“Con la Polizia che è stata allertata grazie al fatto che stavo in diretta su Radio Marte con Gianni Simioli mentre i due delinquenti mi hanno affiancato. Stiamo procedendo con la denuncia e l'identificazione dei soggetti visto che ho fornito la targa di entrambi i veicoli che scaricavano. Abbiamo chiesto di sapere anche il contenuto di quei sacchi neri. Non ci fermeremo in questa lotta contro l’abusivismo e l‘illegalità. Gli inquinatori che hanno tentato di farmi cadere dallo scooter mettendo a rischio la mia incolumità sono pericolosi e ci fanno capire a che livello di criminalità e pericolosità sono arrivati coloro che sversano rifiuti speciali sui nostri territori. I beceri che approfittano dell’emergenza rifiuti per scaricare la loro immondizia illegalmente non avranno vita facile", conclude il consigliere Regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento