martedì, 23 dicembre 2℃

La "bomba Champions League" rimpiazza il "pallone di Maradona"

Alcuni pericolosissimi ordigni proibiti, ognuno dei quali contenenti circa 1,5 chilogrammi di esplosivo, sono stati sequestrati dai Carabinieri di Afragola nelle ultime ore

Mario Parisi 9 dicembre 2011

Dopo "il pallone di Maradona" arriva la "bomba Champions League". C'è chi per festeggiare le imprese calcistiche del Napoli in Europa ha pensato molto male di affidarsi a pericolosissimi fuochi d'artificio, che però i Carabinieri di Afragola hanno prontamente scoperto e sequestrato.

Alcuni esemplari di questa bomba ad alto potenziale, immessa sul mercato clandestino per festeggiare il passaggio agli ottavi di Champions League della squadra partenopea, sono stati sequestrati alla vigilia del match di Villarreal, dai Carabinieri della caserma di Afragola, diretta dal luogotenente Fedele Del Vecchio.

I militari dell'arma, come si legge su Il Mattino, hanno sequestrato nove di questi ordigni, per un peso complessivo di circa quindici chilogrammi.

Una vera e propria polveriera tascabile, pronta a ridurre in frantumi vetri nel raggio di circa quindici metri dal luogo dell’esplosione.

I Carabinieri hanno rinvenuto queste micidiali bombe nell’abitazione di un 34enne pregiudicato, residente al Rione Salicelle ad Afragola.

L’uomo, accusato di detenzione di materiale esplodente, è stato rinchiuso in una camera di sicurezza, in attesa di essere processato per direttissima.

La batteria di fuochi sequestrata nel corso del blitz, è stata affidata alla squadra degli artificieri dei Carabinieri, che provvederanno a distruggere il pericoloso materiale.

Annuncio promozionale

 

Afragola
calcio
Fuochi proibiti
sequestri

Commenti