A Napoli una mostra per non vedenti

"Blind Vision" di Annalaura di Luggo verrà ospitata durante il Maggio dei Monumenti all'istituto Colosimo

Il mondo “visto” attraverso il tatto. È questo l'obiettivo della mostra “Blind Vision” di Annalaura di Luggo e curata da Raisa Clavijo. Un'esposizione dedicata ai non vedenti e agli ipovedenti che rientrerà nel calendario del Maggio dei Monumenti a Napoli. Ad ospitarla sarà l'istituto Paolo Colosimo per non vedenti ed ipovedenti di Napoli. Il progetto ha come protagonisti venti persone ipovedenti dell'istituto che sono al centro di un progetto fotografico-performativo.

In particolare gran parte dell'attività dell'attività artistica dell'autrice è stata dedicata proprio alla macro-fotografia dell'iride e a progetti di ricerca sociale. Anche in questo caso si è dedicata ad una nuova frontiera artistica che dà la possibilità a persone con problemi alla vista di scoprire l'arte attraverso gli altri sensi. L'esposizione gode del patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Napoli e dell'Unione Italiana Ciechi Onlus oltre che della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Notizie SSC Napoli

      Sassuolo-Napoli 2-2: gli azzurri sciupano una grande occasione

    • Cronaca

      Lite tra giovanissimi nella zona dei Baretti: un ferito ed un arresto

    • Cronaca

      Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    • Incidenti stradali

      Portici, ragazzina investita da un'auto pirata

    I più letti della settimana

    • Tangenziale di Napoli, appalti truccati: 5 misure cautelari

    • Rubavano le auto parcheggiate nel centro commerciale: arrestati

    • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

    • Smantellato il clan Orlando: erano gli eredi di Polverino e Nuvoletta

    • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

    • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento