Bimba muore a Napoli dopo quattro ricoveri rifiutati a Cosenza

La piccola Cloe di quattro mesi e mezzo è stata rifiutata in diversi ospedali calabresi ed è poi stata trasferita al Santobono dove è stata operata, ma non ce l'ha fatta

La piccola Cloe, una bimba calabrese di soli quattro mesi e mezzo, è morta in ospedale al Santobono a Napoli, dopo essere stata rifiutata in quattro pronti soccorso calabresi, nonostante avesse dei continui attacchi di vomito.

La situazione della neonata è stata sottovalutata dai medici cosentini è l'accusa da parte dei parenti di Cloe. E invece la piccola è deceduta all'ospedale dopo un ricovero d'urgenza a Cosenza, avvenuto al quarto viaggio al pronto soccorso e  il conseguente trasferimento nel nosocomio della città campana. I genitori della bimba ora vogliono vederci chiaro e hanno presentato un esposto alla procura della Repubblica che proverà a chiarire le dinamiche del decesso ed eventuali responsabilità dell'ospedale calabrese.

Sarebbero indagati quattro medici, due pediatri e due chirurghi pediatrici dell'ospedale Annunziata di Cosenza accusati di omicidio colposo e l'azienda sanitaria ha già fatto partire un'indagine interna. "Nessuno ci ha dato ascolto al pronto soccorso" ha denunciato il padre della piccola Cloe. "Per ben tre volte - ha continuato - ci hanno rispedito a casa con banali rassicurazioni e un po' di tachipirina. Eppure - ha detto sconsolato - lo vedevamo anche noi che Cloe vomitava e aveva male al pancino. I medici - ha attaccato il padre - non hanno nemmeno capito che si trattava di un'invaginazione intestinale, cioè di un attorcigliamento dell'intestino di cui possono soffrire i bambini tra i quattro e i dodici mesi. Invece all'ospedale Santobono di Napoli dove l'abbiamo fatta trasferire grazie all'intervento del prefetto, dopo un articolo sulla Gazzetta del Sud, hanno capito subito cos'era e l'hanno operata, ma inutilmente, perchè non ce l'ha fatta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento