Basa Nato di monte Massico, un fantasma della guerra fredda

L'ex centro di ascolto del Casertano, abbandonato dalla sua chiusura avvenuta nel '96, è al centro di un reportage del numero di Wired in uscita domani. Tra le ipotesi, anche quella di farne un museo sul conflitto

Base militare

La base Nato “Proto”, sul monte Massico in provincia di Caserta, sarà protagonista di un ampio reportage del numero di settembre – in edicola da domani – della rivista Wired. La struttura, accessibile solo attraverso un tunnel sotterraneo di due chilometri, è un centro d'ascolto costruito nel 1959 come avamposto strategico e bunker antiatomico. Dismessa nel 1996, secondo Wired è ora del tutto abbandonata.

Al suo interno, come testimonia nel reportage un ex lavoratore, centinaia di militari vivevano ed erano all'opera per intercettare qualunque cosa volasse, navigasse o si muovesse sullo scacchiere della guerra fredda. L'auspicio che possa essere finalmente dismessa o trasformata, ad esempio in un museo della guerra fredda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento