Marano, troppe barriere architettoniche: la denuncia di SEL

I sopralluoghi del cicolo I maggio dimostrano che la città è troppo inaccessibile. Sabato dalle 10.30 in piazza della pace con l'ass. Progresso Sociale Onlus per la campagna di sensibilizzazione

Stefania Fanelli, segretario cittadino SEL Marano

Marano: troppe barriere architettoniche. A denunciarlo è il circolo cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà che nelle ultime settimane si è mobilitato con sopralluoghi nell'intero comune, dimostrando quanto la città sia troppo poco accessibile e vivibile a persone con ridotta capacità motoria o sensoriale, ma anche a persone anziane o donne con passeggini.

"Il circolo I MAGGIO continua con le iniziative “La città che vorrei” - comunica in una nota Stefania Fanelli, segretario cittadino di SEL Marano -. La città che immaginiamo è una città priva di  qualsiasi forma di barriera architettonica , dietro la quale si nasconde una barriera innanzitutto culturale che ritiene che le disabilità non siano opportunità da accogliere. Vogliamo immaginare una città dove ad ogni persona possa essere garantita una giusta e vita sociale.

Da anni, da troppi anni segnaliamo con forza  che la prima incoerenza è aver ubicato uno sportello H, cioè quello dedicato ai servizi per i disabili, al terzo piano di un palazzo oramai fatiscente con un ascensore talmente piccolo che neanche un passeggino vi può accedere. Quello stesso ascensore nel corso di questi anni è spesso rimasto guasto al punto che i dipendenti comunali tramite rampa e citofono scendono ad accogliere le istanze dei portatori di handicap . Cioè ai disabili viene elargita una concessione non una pari opportunità ad accedere ad edifici comunali".

I SOPRALLUOGHI: "Le compagne ed i compagni del circolo I MAGGIO - continua Fanelli - hanno nel corso delle ultime settimane effettuato dei sopralluoghi per la città di Marano mostrando come la città, per noi bene comune, è in realtà inaccessibile da parte di persone con ridotta capacità motoria o sensoriale o a anche da parte di persone anziane o donne con passeggini con una reale impossibilità ad accedere a spazi pubblici ed alla fruizione di servizi essenziali per ogni cittadino.

INIZIATIVE IN PIAZZA: "L’obiettivo della nostra iniziativa in piazza è quelle di una vera e propria campagna di sensibilizzazione ed informazione volta all’abbattimento delle barriere architettoniche. L’ass.ne Progresso Sociale Onlus mostrerà come anche con piccoli progetti anche presentati dai cittadini stessi alle amministrazioni si possono rimuovere quegli ostacoli che di fatto impediscono una pari opportunità e pari dignità a tutti i cittadini così come sancito dall’art. 3 della Costituzione Italiana. Certo girando per le strade di Marano ci viene in mente che oltre alle barriere culturali è  sempre mancato davvero anche un minimo di   buon senso  e le foto lo dimostreranno. Venite a sostenerci ed  eventualmente a segnalare ogni forma di barriera"

APPUNTAMENTO PER LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE: "Saremo in piazza della pace - conclude il segratario - dalle 10.30 alle 20.00 sabato 15 settembre. Allestiremo anche un banchetto per continuare la raccolta firme per la proposta di legge su iniziativa popolare per il reddito minimo garantito e  per il riconoscimento delle unioni civili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento