Bimbo escluso da festa, Gianni Maddaloni: "Il Natale non si nega a nessuno"

Il judoka lancia un appello alle Istituzioni

Sulla vicenda del bambino autistico di Afragola escluso dalla recita, interviene anche il judoka Gianni Maddaloni. "Quando ho letto questa storia sono rimasto allibito - dichiara Gianni Maddaloni - una scuola deve integrare e non emarginare. Il nome di Andrea su quella lista doveva esserci a prescindere da tutto, sia perchè è regolarmente iscritto e sia perchè il Natale non si nega a nessun bimbo, Andrea doveva essere sulla lista con i suoi amichetti. Conosco benissimo Andrea, è stato tante volte sul tatami insieme ai miei campioni del mondo e posso assicurare che il fatto che non si mantiene in fila, non è assolutamente un problema, non lo è stato nemmeno per campioni come Pino Maddaloni e gli altri che, per l'occasione, si sono rotolati sul tappeto facendolo divertire e strappandogli sorrisi. Faccio appello a tutte le Istituzioni - conclude Gianni Maddaloni - dal Presidente della Repubblica, passando per il Presidente del Consiglio e i Ministri preposti, fino ad arrivare al Sindaco di Afragola per dare giustizia al piccolo Andrea".

L'intervista alla madre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento