Rom, bimbi "utilizzati" per rubare nei cassonetti degli indumenti usati

La denuncia è di alcuni cittadini del Vomero, ma si tratta di una pratica diffusa in tutta la città. Quanto prelevato dai contenitori alimenta i "mercatini dell'immondizia" tenuti dai nomadi

Bambino

Quanto descritto e immortalato da alcuni cittadini del Vomero è solo un esempio tra i tanti, in città. Piccoli rom "utilizzati" per entrare nei cassonetti di indimenti usati ed impossessarsi di quanto al loro interno.

L'episodio particolare è avvenuto intorno ad ora di pranzo in piazza Europa. Un bimbo di 6, massimo 7 anni, entra nel cassonetto spinto da una donna e da un altro minorenne. Resta lì sospeso a mezz'aria durante la sua "caccia al tesoro", il tutto mentre gli altri si tengono a debita distanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L' ispezione dei cassonetti dell'immondizia da parte dei Rom, solitamente muniti di bacchette di ferro per controllare cosa c'è al loro interno, è prassi. Pare che quanto recuperato venga poi venduto nei "mercatini dell'immondizia" che i nomadi tengono regolarmente in vari punti della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento