Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Le prime risultanze investigative sul dramma di via Cozzolino, dove un uomo ha gettato la figlia di 16 mesi nel vuoto uccidendola e poi si è lanciato anche lui. Si trova in prognosi riservata al Cardarelli

Foto De Cristofaro

Lacrime, disperazione, la richiesta di vedere il corpo della piccola vittima della tragedia. Sono strazianti le scene di via Cozzolino a San Gennaro Vesuviano, dove un uomo di 35 anni, Salvatore Narciso, ha lanciato la figlia di 16 mesi Ginevra da una finestra al secondo piano uccidendola, per poi gettarsi anch'egli nel vuoto. Il nonno della bimba, lì con numerosi familiari, ha accusato un malore che ha reso necessario l'intervento di personale del 118.

La disperazione della madre: "È un mostro" | VIDEO

La ricostruzione della tragedia

L'abitazione del dramma era quella della nonna materna, mentre la coppia, Salvatore Narciso e la moglie Agnese, abitava a Caserta. Pare, ma non è confermato, che i due si stessero per separare. Mentre la madre della piccola Ginevra si era un attimo distratta per caricare una lavatrice, l'uomo ha preso la bambina e, dal piano terra dove si trova l'abitazione di famiglia, è salito sulla tromba delle scale e dal secondo piano ha prima lanciato la figlia, poi si è buttato a sua volta. Ginevra è morta sul colpo. La madre ha provato a rianimarla inutilmente. Scene strazianti e improvvise, cui hanno assistito impotenti una vicina e sua figlia piccola.

L'uomo pare stesse separandosi dalla moglie

Le condizioni del 35enne

Mentre la bimba è morta sul colpo, il 35enne si trova ora ricoverato all'ospedale Cardarelli, in prognosi riservata. Salvatore Narciso è piantonato dalle forze dell'ordine. È stato sottoposto a risonanza magnetica per essere poi trasferito in neurochirurgia dov'è stato operato alla colonna vertebrale. È rimasto cosciente tutto il tempo e non ha dato spiegazioni agli inquirenti. Pare non essere in pericolo di vita.
Un insospettabile, l'uomo protagonista di questa terribile vicenda: famiglia molto conosciuta a Caserta, Narciso è plurilaureato e lavora a Roma.

Le indagini

Sull'accaduto indagano i carabinieri coordinati dalla Procura di Nola, competente per il territorio di San Gennaro Vesuviano. Al momento a carico del 35enne non è stato emesso alcun provvedimento. Secondo quanto sta emergendo in queste ultime ore, tra l'uomo e sua moglie si era verificato un litigio nella serata di ieri. Non sono documentati altri episodi violenti che li riguardano né risultano denunce.

La tragedia della famiglia

Distrutti i familiari. Non soltanto il nonno della piccola ha accusato un malore, anche per la madre della bimba è stato necessario l'intervento dei sanitari. La donna era in visibile stato di choc. È rimasta riversa a terra sul balcone di casa urlando nei riguardi del marito, questo prima di essere soccorsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento