Uccide la figlia e poi si getta nel vuoto: stava separandosi dalla moglie

L'uomo, che ha lanciato dal balcone la bimba di 16 mesi per poi gettarsi a sua volta, si trova ricoverato in gravi condizioni al Cardarelli

Foto Ansa

Emergono nuovi particolari sulla tragedia avvenuta intorno a mezzogiorno a San Gennaro Vesuviano, dove in via Cozzolino un uomo di 35 anni ha lanciato la figlia di 16 mesi dal balcone del secondo piano, per poi gettarsi anch'egli nel vuoto. Mentre la piccola è morta sul colpo, il padre si trova in gravi condizioni.

Le prime notizie sul caso

Secondo le primissime ricostruzioni degli inquirenti, pare che l'uomo fosse in via di separazione dalla moglie. Sebbene non venga esclusa alcuna pista per comprendere le cause del suo folle gesto, al momento la possibile causa scatenante presa in maggiore considerazione è proprio la fine della storia del 35enne con la moglie.

Le condizioni di salute dell'uomo intanto, ancora ricoverato al Cardarelli, restano disperate.

Le foto dal luogo della tragedia

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

Torna su
NapoliToday è in caricamento