Assalto delle baby gang: un piano per la protezione degli alberghi

L'episodio accaduto al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo ha messo in luce l'esigenza di un maggior presidio da parte delle forze dell'ordine

Hotel Mediterraneo

L’assalto della baby gang al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo e la denuncia del presidente di Federalberghi Napoli Salvatore Naldi ha posto in agenda un tema serio e preoccupante quello del mancato controllo del territorio.

In realtà le forze dell’ordine, polizia, carabinieri, baschi verdi della Finanza e polizia municipale, come segnalato da Giuseppe Crimaldi sul Mattino, si alternano nei compiti di prevenzione e repressione, seguendo i dettami della Prefettura.

La città è divisa in vari quartieri controllati da carabinieri o polizia che presidiano le zone maggiormente a rischio. Capitolo a parte invece merita la videosorveglianza che risulta carente sulle strade cittadine, visto che una telecamera su tre risulta non funzionante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento