Autolavaggio “fai da te” nel cortile dell'abitazione: denunciato

Un 37enne di Grumo Nevano aveva organizzato un lavaggio dove accoglieva i clienti senza alcuna autorizzazione

Un 37enne di Grumo Nevano aveva organizzato nel cortile dell’abitazione una attività di autolavaggio di veicoli “artigianale”. Senza alcuna autorizzazione lavava le auto e forniva un servizio completo ai clienti. Aveva anche due dipendenti. Proprio loro sono stati sorpresi all’opera dagli agenti del commissariato di Frattamaggiore che hanno operato nell’ambito di controlli in merito ai reati ambientali. In quello stabile in via Antonio Franzese a Grumo Nevano erano organizzati alla perfezione: un ponte di sollevamento per autovetture presente all`interno, un bidone aspirapolvere ed un grosso compressore per completare il servizio di autolavaggio.

Quello di cui erano sforniti, invece, era l’autorizzazione, circostanza questa che ha avuto anche implicazione ambientali. Svolgendo attività in nero, non osservavano neanche le più elementari norme di sicurezza ambientale e dell’igiene: i liquidi inquinanti venivano sversati direttamente nella fogna comunale senza subire nessun tipo di trattamento di depurazione, nonché sul suolo, risultato privo di impermeabilizzazione. Il responsabile è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento