Si rifiuta di dare 5 euro al parcheggiatore e lui gli riga l'auto: la denuncia

L'episodio, denunciato da Francesco Borrelli e Marco Gaudini, è avvenuto in piazza San Luigi

Si era rifiutato di pagare 5 euro ad un parcheggiatore abusivo in piazza San Luigi. Al ritorno, ha trovato la carrozzeria della vettura rigata. È "l'ennesima vergogna a Napoli" denunciata dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, da tempo in prima linea contro il fenomeno degli abusivi, e dal consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini.

"Il caso – raccontano Borrelli e Gaudini – ci è stato segnalato da un commerciante napoletano che ha provveduto a denunciare il fatto alla polizia. Siamo di fronte all’ennesima prepotenza da parte di questi delinquenti che si sentono padroni della città. Spesso vengono coperti da un substrato sociale che non capisce quanto sia grave la loro attività. La vittima ha chiesto le registrazioni della telecamera di sorveglianza di un locale vicino, vedendo la sua richiesta respinta in maniera categorica. I comportamenti omertosi non fanno altro che giovare a questi criminali che, in molti casi, sono legati a vario titolo alla criminalità organizzata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non è accettabile in un contesto civile che un automobilista sia costretto a pagare degli estranei per evitare che la propria vettura venga danneggiata – continuano ancora Borrelli e Gaudini – Ci conforta che oramai sono sempre di più le persone che si rivolgono alle forze dell’ordine per denunciare. Oramai la misura è colma". "Non aspettiamo altro – concludono – che i decreti attuativi della legge che prevede l’arresto. Solo in questo modo sarà possibile estirpare dalle nostre città un fenomeno così odioso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento