Associazione XV Maggio per una "guida sicura": taxi gratis per chi esagera con l'alcol

Tornano in campo i ragazzi dell'ass. XV Maggio con il progetto 'LifeAddicted'. IL 29 novembre a Piazza dei Martiri 'buono taxi' per chi ha bevuto più del consentito e possibilità di provare gli occhiali 'Alcovista'

Progetto 'Lifeaddicted'

In campo, per sensibilizzare i giovani napoletani sul tema della sicurezza stradale e dei pericoli del mettersi alla guida sotto effetto di alcol e stupefacenti, l'associazione XV Maggio MMXI insieme alla Polizia Municipale.

L'associazione, nata ad un mese dal terribile incidente stradale di via Petrarca del 15 maggio 2011, nel quale persero la vita i giovanissimi Gianluca Del Torto, Gianmaria De Gregorio e Oliviero Russo, oggi si occupa soprattutto di mettere in pratica azioni concrete per portare avanti una sana cultura legata alla sicurezza al volante.

Venerdì 29 novembre alle ore 23 a piazza dei Martiri, l'Associazione XV Maggio torna "in strada" con il progetto LifeAddicted.

A parlare dell'importante inziativa a NapoliToday, è Yvan Suprina, presidente dell'Associazione XV Maggio: "Questa è la seconda volta che l'associazione scende in strada con il progetto LifeAddicted, per sensibilizzare ed informare i ragazzi napoletani sui pericoli derivanti da una guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. Quest'ultimo ha richiesto l'acquisto di quattro etilometri portatili, quattro occhiali Alcovista (in grado di simulare la vista di un soggetto con un grado alcolemico compreso tra 0,7 e 1,2), magliette recanti logo associazione e logo LifeAddicted, buoni taxi dal valore nominale pari a 5€ ed infine la stampa di locandine e depliant informativi. In sintesi i ragazzi dell'associazione, in zona baretti a Chiaia, chiederanno a volontari di sottoporsi all'alcol test".

"Coloro che presenteranno un tasso alcolemico superiore allo 0,5 - ci spiega ancora Yvan - avranno in dono un buono taxi in modo da poter tornare a casa in modo sicuro. Quelli che invece avranno un tasso inferiore allo 0,5 potranno provare gli occhiali Alcovista così da poter giudicare lucidamente i pericoli in cui potrebbero incorrere se dovessero continuare a bere e poi mettersi alla guida".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sinergia con la Polizia Municipale: "Il tutto - ci racconta infine il giovane presidente dell'associazione - si svolgerà sotto la supervisione della Polizia Municipale che avrà il compito di informare i ragazzi sugli aspetti tecnici come le conseguenze giuridiche derivanti da un fermo in stato d'ebrezza. L'auspicio è di aiutare concretamente i ragazzi a comprendere (e quindi evitare) il pericolo, a cui espongono loro stessi e gli altri utenti della strada, mettendosi alla guida sotto effetto di sostanze psicotrope. Tale obiettivo sarà perseguito attraverso modalità dinamiche che possano spezzare la noiosa routine che solitamente caratterizza le attività di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento