Accoltellamento Arturo, i tre minorenni imputati chiedono il rito abbreviato

Il processo comincerà il 4 luglio. Sono stati individuati i 4 aggressori, ma uno di loro ha 12 anni e non è imputabile. Colpirono il 17enne al collo e al torace, lasciandolo tra la vita e la morte

('O Nano, foto da facebook)

Hanno tutti scelto il rito abbreviato i tre aggressori di Arturo Puoti, il 17enne ferito da circa 15 coltellate lo scorso 18 dicembre , in via Foria. Im realtà gli aggressori individuati dalla Questura sono quattro, ma uno è minore di 14 anni e non è imputabile. Il primo a essere arrestato, il 24 dicembre 2017, fu ''o Nano' (in foto) individuato per la sua inconfondibile statura immortalata dalle telecamere di videosorveglianza. I tre imputati accerchiarono Arturo, lo picchiarono e poi lo colpirono al torace e alla gola, più volte, fino a lasciarlo in una pozza di sangue. Il 4 luglio comincerà il loro processo.

Decisiva per le indagini l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza della zona via Foria-via Piazzi-via Cesare Rosaroll. Le ricerche dei poliziotti sono state spesso frenate da un muro d'omertà, denunciato più volte anche dalla mamma di Arturo, Maria Luisa Iavarone. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento