Scampia, arrestati quattro spacciatori vicini al clan Notturno

Gli uomini dell'Arma hanno fatto irruzione in un appartamento e hanno trovato 266 dosi di crack, insieme a soldi contanti. Arrestati i quattro uomini che preparavano le dosi nell'abitazione

I carabinieri fanno irruzione in una casa di Scampia e sorprendono quattro persone, ritenute vicine al clan Notturno, mentre preparano dosi di crack. I quattro sono già noti alle forze dell'ordine, si tratta di  Alessandro Improta, 31 anni, di Scampia, zio "acquisito" del reggente del clan ucciso in un agguato di camorra il 18 settembre del 2017, Gesuè Improta, 35 anni, Raffaele Iacopo, 23 anni e Vincenzo Fabbricini, 29 anni.

Gli uomini dell'Arma hanno fatto irruzione dopo un servizio di osservazione in una piazza di spaccio, nella zona dello Chalet Bakù che li ha condotti all'appartamento del settimo piano dove hanno trovato 266 dosi di crack, pronte per lo spaccio, 2 buste con 10 grammi della stessa sostanza stupefacente e 2.260 euro in banconote di vario taglio. 

Sequestrati anche 2 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga. Gli arrestati sono stati condotti al carcere di Poggioreale

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento