Scampia, arrestati quattro spacciatori vicini al clan Notturno

Gli uomini dell'Arma hanno fatto irruzione in un appartamento e hanno trovato 266 dosi di crack, insieme a soldi contanti. Arrestati i quattro uomini che preparavano le dosi nell'abitazione

I carabinieri fanno irruzione in una casa di Scampia e sorprendono quattro persone, ritenute vicine al clan Notturno, mentre preparano dosi di crack. I quattro sono già noti alle forze dell'ordine, si tratta di  Alessandro Improta, 31 anni, di Scampia, zio "acquisito" del reggente del clan ucciso in un agguato di camorra il 18 settembre del 2017, Gesuè Improta, 35 anni, Raffaele Iacopo, 23 anni e Vincenzo Fabbricini, 29 anni.

Gli uomini dell'Arma hanno fatto irruzione dopo un servizio di osservazione in una piazza di spaccio, nella zona dello Chalet Bakù che li ha condotti all'appartamento del settimo piano dove hanno trovato 266 dosi di crack, pronte per lo spaccio, 2 buste con 10 grammi della stessa sostanza stupefacente e 2.260 euro in banconote di vario taglio. 

Sequestrati anche 2 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga. Gli arrestati sono stati condotti al carcere di Poggioreale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavori stradali, stanziati 533 milioni dalla Regione

  • Cronaca

    Piazza del Plebiscito, il giuramento degli Allievi della Nunziatella/FOTO

  • Cultura

    Alessandro Gassmann cittadino onorario di Napoli: il 17 dicembre il conferimento

  • Cronaca

    Fa pipì per strada: 25enne accoltellato alla schiena

I più letti della settimana

  • Ragazzo ferito negli scontri, il padre risponde a Salvini: "Fiero di mio figlio"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 12 al 16 novembre 2018

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 19 al 23 novembre: matrimonio in arrivo?

  • "Sarà la più bella del mondo": svelati i dettagli della stazione metro Duomo

  • Metro Mergellina, si lancia contro un treno: muore sul colpo

  • Paura per Carmelo Zappulla, i familiari: "Ci hanno riferito che rischia la vita"

Torna su
NapoliToday è in caricamento