Racket per il clan D'Ausilio: in manette un 47enne

Condannato a cinque anni e tre mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso per aver taglieggiato dei bar di Napoli

Deve scontare cinque anni di carcere per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Per questo motivo è finito in manette Romualdo Diomede, 47enne di Qualiano già noto alle forze dell'ordine. Secondo gli investigatori è vicino al clan D'Ausilio operante in zona e avrebbe estorto denaro ad alcune attività commerciali a Napoli.

I fatti che gli vengono contestati e per i quali è stato condannato a cinque anni e tre mesi di carcere dal tribunale di Napoli, vanno dal novembre 2016 al marzo 2017. I giudici lo ritengono responsabile di estorsioni a esercizi commerciali e bar partenopee. I carabinieri della stazione di Qualiano hanno così eseguito l'ordine di carcerazione e l'hanno portato nel carcere di Secondigliano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cippo di Sant'Antonio, sale la tensione: falò alla Sanità e polizia pronta alle cariche (VIDEO E FOTO)

  • Cronaca

    Scontri Inter-Napoli: arrestati capi ultrà di Inter e Varese

  • Cronaca

    Esplode una stufa: bambina ustionata

  • Cronaca

    Gino Sorbillo, appello contro la camorra: "Lo Stato c'è, restiamo uniti e denunciamo"

I più letti della settimana

  • Bomba contro la pizzeria di Gino Sorbillo, Sorrentino: "Bisogna mobilitarsi"

  • Bambino di quattro anni muore soffocato dalle costruzioni

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 14 al 18 gennaio

  • Esplosione devasta la pizzeria Sorbillo, Gino: "Prima l'incendio, ora le bombe"

  • Sabato di sangue sul lungomare, ucciso un uomo

  • Valentina Nappi choc: "Sono stata culturalmente 'stuprata' da Salvini"

Torna su
NapoliToday è in caricamento