Racket per il clan D'Ausilio: in manette un 47enne

Condannato a cinque anni e tre mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso per aver taglieggiato dei bar di Napoli

Deve scontare cinque anni di carcere per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Per questo motivo è finito in manette Romualdo Diomede, 47enne di Qualiano già noto alle forze dell'ordine. Secondo gli investigatori è vicino al clan D'Ausilio operante in zona e avrebbe estorto denaro ad alcune attività commerciali a Napoli.

I fatti che gli vengono contestati e per i quali è stato condannato a cinque anni e tre mesi di carcere dal tribunale di Napoli, vanno dal novembre 2016 al marzo 2017. I giudici lo ritengono responsabile di estorsioni a esercizi commerciali e bar partenopee. I carabinieri della stazione di Qualiano hanno così eseguito l'ordine di carcerazione e l'hanno portato nel carcere di Secondigliano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Diede fuco a Carla Caiazzo: la Cassazione conferma i 18 anni per l'ex

  • Salute

    Asl Napoli 1, arriva l'app per monitorare l'afflusso dei pazienti negli ospedali

  • Sport

    Universiadi, poco più di 100 giorni al via: "La macchina è in piena corsa. Sarà un grande evento"

  • Cronaca

    Secondigliano, la Polizia mette sotto assedio il rione Perrone

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Affonda nave della compagnia napoletana: "Non ci sono vittime né feriti"

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • Fiamme nello stabilimento Fca di Pomigliano d'Arco

Torna su
NapoliToday è in caricamento