Arrestato il figlio del “gassusaro”: ha violato la sorveglianza speciale

In manette Luigi Torino, figlio di Salvatore, in passato ritenuto vicino al clan Lo Russo

Non ha rispettato gli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale e per questo dovrà andare in carcere. Con questa accusa è finito in manette, Luigi Torino, il figlio di Salvatore, detto “o' gassusaro”, ritenuto in passato vicino al clan Lo Russo. A notificargli l'ordinanza di custodia cautelare sono stati i carabinieri della compagnia di Marano insieme ai colleghi di Melito, città dove risiede il pregiudicato.

La sparatoria 

Secondo l'accusa avrebbe frequentato dei pregiudicati nonostante fosse sottoposto alla sorveglianza speciale. Su di lui incombe poi l'indagine su una rapina finita male in cui è stato colpito con dei colpi d'arma da fuoco lo scorso 13 giugno. Così raccontò agli investigatori che gli fecero visita all'ospedale Cardarelli di Napoli ma la sua versione è al vaglio per capire se invece si sia trattato di un agguato di camorra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

  • Carabinieri in azione durante la promessa di matrimonio in Comune: tre arresti

Torna su
NapoliToday è in caricamento