Furti con tecnica "del giornale" o "della giacca", specialista in manette

A monte di tre colpi effettuati negli scorsi mesi al Vomero, ci sarebbe secondo i Carabinieri un 47enne napoletano senza fissa dimora, identificato grazie alle riprese di videosorveglianza

Un senza fissa dimora napoletano, 47enne, è stato fermato dai Carabinieri della Stazione Vomero-Arenella per furto aggravato e utilizzo indebito di carte di credito. L'uomo avrebbe usato la tecnica "del giornale" o "della giacca" per portare a termine i suoi colpi.

I colpi attribuitigli dagli inquirenti

Secondo la ricostruzione degli investigatori, il 14 marzo scorso sarebbe entrato in una gioielleria di via Luca Giordano con la scusa di comprare un bracciale. Approfittando di una distrazione del gioielliere gli avrebbe quindi sottratto lo smartphone che teneva sul banco.
Successivamente l'11 aprile avrebbe fatto qualcosa di simile in un negozio di scarpe in via Scarlatti, sottraendo la borsa ad una cliente la quale l'aveva lasciata su un divanetto mentre provava dei capi. La borsa valeva 1.200 euro, lo smartphone all'interno 300 euro, inoltre c’erano dentro gioielli e contanti, per un bottino totale di 4mila euro.
Infine, l’8 maggio l'uomo avrebbe rubato un portafogli in un bar di via Francesco Fracanzano. Prima prendendo dal banco un giornale gratuito, poi usandolo per coprirsi la mano che infilava nella borsa di una signora per sfilareke il portafogli. Il bottino in questo caso era stato di 180 euro ed un bancomat, col quale sono stati acquistati poco dopo due smartphone ed un paio di jeans.

Le indagini ed il fermo

I Carabinieri sono arrivati al 47enne grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati nei negozi. Lo hanno fermato nel corso di un servizio di osservazione e pedinamento mentre si aggirava per il Vomero. Era vestito - riportano i militari - come quando aveva rubato il portafogli nel bar ed aveva nella borsa i jeans appena comprati, ancora con l’etichetta attaccata. Giubbino e pantaloni gli sono stati sequestrati. È stato successivamente portato in carcere a Poggioreale e poi su decisione del Gip sottoposto all'obbligo di dimora a Caserta e di firma.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento